Censura su Blogger

Silenzio quindi sulla piattaforma gestita da google per i blog da oltre 7 anni, il periodo in cui cominciai con il blog “Letture“, blog che ebbe un bel seguito, il maggiore dei miei numerosi blog  e questo mi  dispiace, che mi tappino la bocca e tarpino le ali nel blog figlio di Letture, cioè SempliceMente, che aveva cominciato da pochi mesi e che dopo molte settimane ero andato ad aggiornare ma mi accorsi che pubblicando una immagine che non aveva nulla di violento o offensive nei confronti dei nostri politici, come ho fatto sempre nei miei blog, che mi bloccavano per una qualche ragione l’immagine, non lessi nemmeno e cambiai immagine, potevo farlo per quello che trattava il post, ma dopo avere fatto un post in cui mettevo il link ai miei blog, ad alcuni di essi  accenando alla povertà mentale dei nostri politici, sempre senza inventiva, entusiasmo, capaci solo a prender soldi sfacciatamente, beh quando cominciai su questo registro, come faccio abitualmente, mi vedo spuntare dei blocchi, che questa vilta andai a  leggere. Dicevano che i contenuti di quella pagina potrebbe non essere in linea con la impostazione https//, alchè mi cascano le balle a terra con grande tonfo, ma come fanno a dire che questa foto qui accanto (era questa alla quale si riferivano) non è pubblicabile su pagine “sicure” https, perchè per l’argomento trattato era o poteva essere non in linea con la politica della maniera in cui devono essere pubblicati su blogger, piattaforme per blogs  gestita da google, i blogs. Già alla pagina prima mi avevano rotto le palle tanto che feci questa con questa immagine per riferirlo al pubblico, e subito mi bloccano foto e contenuti…..erano lì a leggere il blog mentre lo scrivevo!  Non c’è altra spiegazione, archè calcai sulla censura di google nei miei confronti. Comunque oltre a calcare sulla faccenda pubblicando la lista dei blog più velenosi che ho. Guardai l’afflusso delle visite al blog in quel momento della disputa ed era salito a palla! Soddisfatto me ne sonio venuto qui a raccontare tutta la storia. Ora è tadi e vado a letto che domattina se non è nuvolo come dava sul telefono prima che l’ho guardato, vado al mare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *